Legalit@ – I codici delle relazioni

“Caro amico ti scrivo” II Edizione – Evento letterario

Vorrei poterti sapere così, comodamente seduto, con il tuo grande sguardo da uomo buono, divertente e divertito. Gli Amici non ti dovrebbero lasciare Mai e tu di sicuro non lo avresti fatto, ma questa malattia mondiale appena può si prende tutto senza fare differenze. Ieri si è portato via anche te…ma non lo sa che l’Amicizia è eterna” (P.L.P.C)

 

Abbiamo voluto realizzare questo evento perché il nome del nostro straordinario AMICO non venisse dimenticato. Non venisse dimenticato LUI come persona buona, sempre gentile ed affabile con tutti. Ha creduto sempre nel valore dell’amicizia, non ha mai chiesto nulla in cambio: ha sempre dato se stesso, il suo tempo, il suo aiuto, un suo consiglio. Per lui era una gioia vedere gli amici, i conoscenti, incontrare le persone. Parlava con tutti e ad ognuno lasciava un sorriso, strappava una risata. Ecco lui era così: contento quando riusciva a farti ridere di cuore, anche se casomai lui aveva la tristezza nel cuore. Non lo faceva mai capire, difficilmente parlava dei suoi problemi, e se lo faceva non li appesantiva… ne parlava con pacatezza, con leggerezza… Non voleva intristire nessuno o comunque non voleva essere “lamentoso”. E problemi ne aveva come tutti, chi più chi meno… Anche la sera che l’ambulanza lo ha portato via, ha cercato di tranquillizzarmi con un sorriso, la sua andatura tipica e il suo sguardo buono. Anche quella sera c’è stato il nostro solito scambio di battute mentre il medico lo invita a salire in ambulanza. Poche ore prima, mentre parlavamo a telefono, mi aveva inviato su WhatsApp alcuni video che lo facevano divertire tanto e la sua risata la conserverò per sempre nel cuore così come le sue parole che non riusciva a dire per la risata che gli impediva di parlare bene e il fiato corto che gli procurava l’affanno. (A.D.D.)

Ci è sembrato prioritario sensibilizzare e affiancare i giovani alla riflessione sui temi della amicizia, in un’epoca in cui i rapporti umani sembrano voler prendere la strada della virtualità e le nuove tecnologie, se non bene utilizzate, soffocano il senso autentico di questo sentimento. Infatti, i rapporti di amicizia tra coetanei rappresentano un elemento fondamentale nella crescita e assumono un’importanza determinante nel grado di sviluppo affettivo ed emotivo. Il nostro obiettivo è quello di far scoprire la bellezza dei rapporti con gli altri,  a far rispettare il punto di vista altrui, a favorire la comunicazione instaurando relazioni positive e d’aiuto. L’amicizia è un sentimento affettuoso e quasi fraterno che unisce le persone in una cosa sola e trasforma l’io in un noi. Un percorso che partendo dalle amicizie avute e una riflessione sul loro proseguimento o sulle amicizie finite, può indicare la forza consapevole e perseverante per cui un individuo opera per conseguire il fine di una relazione basata su reciprocità.

Ti ricordiamo che per poter partecipare è necessario che la tua scuola abbia inviato il protocollo d’intesa che potrai trovare nella sezione “nè vittime nè prepotenti” e contestualmente si sia registrato al Portale.

Sarà così visibile nel menu principale la sezione “come partecipare ai progetti” dove potrai richiedere le credenziali di accesso come operator e seguire le indicazioni.

Regolamento

  1. L’evento è rivolto agli studenti italiani di ogni ordine e grado per racconti inediti scritti in lingua italiana.
  2. Il tema della II edizione di “caro amico ti scrivo” 2021 è: “l’amicizia”.
  3. Il tipo di elaborato richiesto è poesia, prosa, la lettera.
  4. I racconti dovranno essere inediti e pertanto non potranno essere rifacimenti, né riedizioni modificate di lavori editi.
  5. La lunghezza dell’elaborato  è libera (consentiamo al cuore di parlarci liberamente!).
  6. Ogni autore potrà inviare un solo racconto
  7. Le opere dovranno essere caricate sul portale spaziolegalita.it in formato doc o pdf nella sezione dedicata all’evento entro e non oltre il giorno 12 Aprile 2022
  8. Dovrà seguire una breve dichiarazione di inedicità dell’opera e inoltre la dichiarazione: “Ai sensi del D.Lgs. 196/2003 a tutela della privacy, autorizzo espressamente l’Associazione Spazio@perto APS al trattamento dei miei dati personali”
  9. Le opere inviate non saranno restituite. La semplice partecipazione al progetto costituisce autorizzazione alla pubblicazione e all’utilizzo dei dati anagrafici dell’autore ai fini di comunicazioni relative all’evento. Inoltre gli autori, accettando il presente regolamento, rinunciano a qualsiasi pretesa economica per eventuali profitti derivanti dalle vendite del libro o rivista in cui potrebbe essere pubblicato il proprio racconto. Gli autori autorizzano Spazio@perto APS a utilizzare i racconti inviati come testi per eventuali rappresentazioni teatrali e riproduzioni audio. In ogni caso gli autori saranno liberi di utilizzare le proprie opere anche per altri scopi. Il materiale inviato tramite il Portale, prima di essere pubblicati nell’apposita sezione, saranno oggetto di redazione da parte degli amministratori.
  10. Il lavoro sarà pubblicato su spaziolegalita.it il 30 Maggio 2022 in occasione del compleanno del NOSTRO caro Amico

scarica qui il regolamento

PRESENTATION DEAR FRIEND I WRITE TO YOU

“I wish I could know you like this, comfortably seated, with your great look of a good man, funny and amused. Friends should never leave you and you certainly wouldn’t have done so, but this world disease takes everything as soon as it can without making any differences. Yesterday it took you away too… but it doesn’t know that Friendship is eternal” (P.L.P.C.) We wanted to organise this event so that the name of our extraordinary FRIEND would not be forgotten.

He would not be forgotten as a good person, always kind and friendly to everyone. He always believed in the value of friendship, he never asked for anything in return: he always gave himself, his time, his help, his advice. It was a joy for him to see friends, acquaintances, meet people. He talked to everyone and left each one with a smile and a laugh. That’s how he was: happy when he could make you laugh heartily, even if he had sadness in his heart. He never made it clear, he hardly ever spoke of his problems, and if he did he didn’t burden them… he spoke of them calmly, lightly… He didn’t want to make anyone sad, or at any rate he didn’t want to be ‘whiny’. And he had problems like everyone else, to a greater or lesser extent… Even the evening the ambulance took him away, he tried to calm me down with a smile, his typical gait and his good looks. That evening, too, we had our usual exchange of jokes as the doctor invited him to get into the ambulance. A few hours earlier, while we were talking on the phone, he had sent me some videos on WhatsApp that amused him so much and I will always keep his laugh in my heart as well as his words that he was unable to say because his laughter prevented him from speaking properly and his shortness of breath caused him to wheeze. (A.D.D.) We felt it was a priority to raise awareness and encourage young people to reflect on the theme of friendship, at a time when human relationships seem to want to take the path of virtuality and new technologies, if not used well, stifle the authentic sense of this feeling. In fact, friendship relationships between peers are a fundamental element in growth and assume a decisive importance in emotional and affective development. Our aim is to help people discover the beauty of relationships with others, to make them respect the other person’s point of view, to encourage communication by establishing positive and helpful relationships. Friendship is an affectionate, almost brotherly feeling that unites people into one and transforms the self into a we. A path that, starting from the friendships one has had and a reflection on their continuation or on friendships that have ended, can indicate the conscious and persevering strength by which an individual works to achieve the goal of a relationship based on reciprocity. Please note that in order to participate, your school must have sent the memorandum of understanding that you can find in the “neither victims nor bullies” section and at the same time registered on the Portal. You will then be able to see the section “how to participate in the projects” in the main menu where you can request access credentials as an operator and follow the instructions.

  1. The event is open to Italian students of all levels for unpublished short stories written in Italian.
  2. The theme of the second edition of “caro amico ti scrivo” 2021 is: “friendship”.
  3. The type of work required is poetry, prose, letter.
  4. The stories must be unpublished and therefore cannot be remakes or modified editions of published works.
  5. The length of the work is free (let the heart speak freely!).
  6. Each author may submit only one story
  7. The works must be uploaded on the portal spaziolegalita.it in doc or pdf format in the section dedicated to the event not later than 12th April 2022.
  8. A brief declaration of inedition of the work must follow and also the declaration: “Pursuant to Legislative Decree 196/2003 on the protection of privacy, I expressly authorise Associazione Spazio@perto APS to process my personal data”.
  9. The works sent will not be returned. The mere participation in the project constitutes authorisation to publish and use the author’s personal details for the purposes of communications relating to the event. Furthermore, the authors, by accepting these regulations, renounce any financial claim for any profits deriving from the sales of the book or magazine in which their story might be published. The authors authorize Spazio@perto APS to use the submitted stories as texts for possible theatrical performances and audio reproductions. In any case, authors are free to use their works for other purposes.

Material submitted via the Portal will be subject to editing by the administrators before being published in the appropriate section.

  1. The work will be published on spaziolegalita.it on 30th May 2022 on the occasion of the birthday of OUR dear friend. Download here the regulation