Legalit@ – I codici delle relazioni

Il progetto

L’Associazione di promozione sociale “Spazio @perto” per l’anno 2020-2021 lancia una sfida al mondo scolastico e alle istituzioni: la costituzione, sul territorio nazionale, di una rete di scopo “Né vittime né prepotenti” con finalità didattiche, di sperimentazione e sviluppo nonché di formazione e aggiornamento, rivolte ai docenti, agli alunni e alle loro famiglie. Due i campi tematici proposti per questo nuovo anno, strettamente legati tra loro:
1. il bullismo, il cyber bullismo e l’isolamento derivante dall’uso incontrollato dei social network.
2. I disturbi alimentari,rapporti malsani con il cibo: anoressia e bulimia
Il progetto intende diffondere, nelle comunità scolastiche, conoscenze e buone pratiche affinché insegnanti, genitori e studenti siano in grado di affrontare insieme e in modo proattivo questi problemi che investono prevalentemente il mondo dei ragazzi “sempre connessi” e in questo modo particolarmente esposti alle subdole e spesso da loro sconosciute minacce della rete. Il percorso di formazione 2020-2021 si concentrerà sulle strategie di intervento e sulle modalità per organizzare in maniera strutturata azioni efficaci. Prevederà contributi sull’uso consapevole della rete internet e dei social network per insegnare ai ragazzi a sfruttare le potenzialità comunicative del web e delle community online senza correre rischi connessi all’adescamento, alla violazione della privacy ed alla commissione di reati, a fenomeni come il grooming o il sexting, al caricamento di contenuti inappropriati e all’adozione di comportamenti pericolosi per sé o per gli altri. Una parte importante sarà riservata ai genitori concentrando l’attenzione sui rischi per i minori, responsabilità e reati penali, prevenzione, uso consapevole di piattaforme digitali (Facebook, Whatsapp, Twitter, Instagram….).
Aspetto innovativo della rete sarà la modalità operativa grazie alla costituzione di questo Portale che sarà il luogo virtuale dove incontrarsi con i docenti, gli studenti e le loro famiglie. Sarà reso interattivo grazie a due attività: la staffetta creativa e un concorso fotografico entrambi sul tema del bullismo.
Per poter realizzare campagne di sicurezze online e offline, è stato affidato a professionisti del settore il compito di trattare tali argomenti, attraverso la realizzazione di video-interviste e/o video lezioni.
La scelta della seconda tematica da trattare è ricaduta sui disturbi alimentari per la stretta relazione che c’è con il bullismo. Studi recenti hanno infatti dimostrato che esso può aumentare le possibilità di incorrere in rapporti malsani con il cibo a scapito non solo della vittima. Essere vittime di prevaricazioni, offese e minacce da parte di un coetaneo per il proprio peso e la propria estetica, influenza negativamente il benessere fisico e psicologico dei ragazzi, determinando in particolare una minore autostima, un’alterazione della percezione di sé, e conseguenze sulle relazioni sociali e affettive a lungo termine. Dall’altra parte gli stessi esecutori degli atti di bullismo tendono ad avere con più facilità rispetto agli altri, comportamenti bulimici probabilmente come atteggiamento autopunitivo in seguito ai sensi di colpa che intervengono.
Per saperne di più registrati ora nella sezione apposita del sito